La Cura della Lettura

Logo la Cura della Lettura

“Libri che divertono, che crescono, che curano: i servizi sanitari promuovono la lettura in famiglia” è il progetto proposto dall’Associazione Culturale Pediatri (ACP) nel 2021, sostenuto nel metodo e nell’organizzazione dal Centro per la Salute del Bambino (CSB), e approvato nell’ambito del bando CEPELL “Leggimi 0-6 2019” per la promozione della lettura nella prima infanzia.
Accanto a CSB sono partner nella realizzazione del progetto: ATS Brianza (Monza); Dipartimento Salute Provincia di Trento (Trento); Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani (Milano); Oncoematologia Pediatrica P.O. Vito Fazzi ASL (Lecce); Oncoematologia Pediatrica IRCSS “Burlo Garofolo” (Trieste); TIN ASST Lecco (Lecco); TIN P. O. Melloni (Milano); TIN Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi-Melacrino-Morelli” (Reggio Calabria); TIN Castellammare di Stabia, ASL Napoli 3 Sud (Castellammare di Stabia); TIN AOU Ospedale Civile Maggiore Borgo Trento di Verona (Verona); TIN SC Neonatologia dell’Università di Torino Città della Salute e della Scienza (Torino); Casa di Cura “Villa Immacolata” Provincia Romana O. CC. RR. Min. Inf. S. Martino al Cimino (Viterbo).

Oltre a rivolgersi in particolare a realtà territoriali dove servizi educativi per l’infanzia 0-6 e biblioteche per bambini e ragazzi vanno implementati, il progetto si caratterizza per l’attenzione a tre gruppi di bambini in condizioni di vulnerabilità e con bisogni speciali: nati prematuri al di sotto delle 37 settimane di età gestazionale, bambini con malattia oncologica, bambini affetti da problemi di neurosviluppo. Nella convinzione che, quando i grandi leggono e (ri)leggono ai bambini, si crea una condizione di ascolto reciproco che diventa parte integrante del percorso di promozione dello sviluppo e di cura, offrendo anche la possibilità di immaginare un futuro diverso da quello insito in condizioni più impegnative in cui i bambini e le loro famiglie si vengono a trovare.

Nell’ambito del progetto è stato realizzato questo documentario, che racconta di quanto “una voce che legge” sia di grande sostegno alle bambine e ai bambini nati pretermine, malati oncologici o con disturbi del neurosviluppo.

Linee guida

A partire da una attenta ricerca bibliografica e organizzati in gruppi di lav ro dedicati, i partner coinvolti nel progetto hanno elaborato specifici documenti di indirizzo e linee operative per la promozione della lettura 0-6 e per la loro applicazione in contesti definiti, quali Neonatologia e in Terapia Intensiva Neonatale, oncoematologia pediatrica e reparti che accolgono bambini condisturbi del neurosviluppo.

Bibliografia “ Storie che curano”

La scelta di libri più appropriati, raccolti in questa bibliografia curata espressamente per i bambini in condizioni di particolare bisogno e vulnerabilità e per le loro famiglie, è un’altra delle azioni svolte nell’ambito del progetto e della rete che si intende attivare.  La selezione proposta, frutto di un lavoro attento e accurato, qualifica lo spazio e la condivisione del libro e offre un bagaglio prezioso a operatori e volontari che accompagnano momenti impegnativi nel percorso di crescita del bambino e nella relazione con i genitori. 
Nell’ambito del progetto, sono stati predisposti angoli di lettura dedicati e attrezzati presso i servizi territoriali, gli ambulatori, le sale di attesa e i reparti ospedalieri coinvolti.