Progetti Locali/Nazionali

Progetti Locali/Nazionali

Un Villaggio per Crescere

è uno spazio gratuito in cui le famiglie con bambini da 0 a 6 anni possono trascorrere insieme del tempo di qualità, sostenuti dai nostri educatori. Sono le esperienze che facciamo fin da piccoli a lasciare una traccia, a segnare la via che percorreremo da grandi. Per questo la proposta educativa dei Villaggi, è stata scelta da un gruppo di esperti dei settori infanzia e famiglia che, in base a evidenze scientifiche, hanno messo insieme una rosa di attività da condividere, piccoli e grandi, che sostengano lo sviluppo dei piccoli e rafforzano le competenze dei grandi.

Ci sono dieci Villaggi per Crescere in tutta Italia, in aree in cui i servizi per l’infanzia e il sostegno alle famiglie sono pochi o inesistenti. Li abbiamo aperti in questi territori fragili e sensibili per garantire a tutte le bambine e tutti i bambini le stesse opportunità.

Il progetto a Genova, Torino, Foligno, San Cipriano D’Aversa (CE), Cervinara (AV), Napoli, Siracusa, Policoro (MT) e Cosenza è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il Contrasto alla Povertà Educativa Minorile.

A Trieste, il Villaggio per Crescere è supportato da Ora di Futuro, un progetto di educazione per i bambini che coinvolge insegnanti, famiglie, scuole primarie e reti non profit in tutta Italia, promosso da Generali Italia e The Human Safety Net onlus (THSN), un’iniziativa globale della Fondazione del Gruppo Generali che vuole favorire le comunità.

LeggiAmo 0-18 – Regione Friuli Venezia Giulia

La Regione Friuli Venezia Giulia ha sottoscritto l’Accordo multisettoriale 2018-2020 per la promozione della lettura in età 0-18 in FVG “LeggiAMO 0-18 “ (delibera N. 1034 30 maggio 2018).

Il progetto vede l’importante coinvolgimento di tre assessorati regionali – assessorato alla cultura e allo sport, assessorato alla salute, politiche sociali e disabilità e assessorato al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia – che si impegnano nella promozione della lettura fin dai primi anni di vita.

Il progetto ha l’obiettivo di crescere la comunità di lettori in un’azione continuativa e sinergica che armonizza i programmi attivi per le diverse fasce di età: Nati per Leggere 0/6, Crescere Leggendo 6/12, Youngster 12/18.

Le finalità principali sono diffondere la lettura in età 0-18, attraverso interventi rivolti al mondo della scuola, alle famiglie, ai genitori e all’intera comunità educante e realizzare percorsi formativi e di aggiornamento anche in raccordo con l’Ufficio Scolastico Regionale, aperti a educatori, docenti, bibliotecari e agli operatori dei servizi culturali, sanitari, sociali ed educativi coinvolti nel programma di promozione della lettura 0/18, in modo da favorire relazioni di cooperazione, capaci di attrarre l’intera filiera della lettura in un’ottica di rete.

L’accordo è stato firmato nel 2015 e poi riconfermato nel 2018, i partner di LeggiAMO 0-18 sono il Centro per la Salute del Bambino, l’Associazione Italiana Biblioteche – Sezione FVG, Damatrà Onlus, l’Associazione Culturale Pediatri, il Consorzio Culturale del Monfalconese e l’Ufficio Scolastico Regionale.

Rime Bambine – Trieste e provincia

Perché le rime fanno così bene? Perché catturano l’attenzione dei bambini, giocando con la meraviglia dei suoni e la loro musicalità, e li introducono nel vasto mondo delle storie, preparandoli così a diventare buoni lettori.

Per questo siamo partiti dalle rime e dalle filastrocche e abbiamo ideato “Rime Bambine” un progetto di promozione della lettura rivolto alla fascia 0-6 anni e sostenuto finanziariamente dal Centro per il libro e la lettura del MIBAC.

Contiamo sulla rete di una collaborazione significativa di enti pubblici e privati della Provincia di Trieste, tra i quali il Comune, l’Ufficio scolastico regionale, l’Azienda sanitaria Universitaria Integrata, le scuole (asili e infanzia) anche con insegnamento di lingua slovena della Provincia, il Sistema bibliotecario giuliano, le Comunità greco orientale e serba.

Da maggio 2019 a novembre 2020, un ricco calendario di iniziative rivolte ai bambini e alle loro famiglie, durante le quali raccoglieremo le rime e le filastrocche proprie del patrimonio culturale locale plurilingue e le valorizzeremo rendendole disponibili in diversi formati, compresi supporti informatici e audiovisivi facilitanti (CAA) per bambini con difficoltà linguistiche e comunicative.

Stiamo ideando nuovi moduli formativi basati sul gioco con parole e rime da sperimentare nei servizi educativi rivolti all’infanzia, come supporto allo sviluppo fonologico, linguistico, culturale e delle funzioni esecutive. Verificheremo l’utilità del progetto nella promozione del piacere e della pratica della lettura in famiglia nei primi sei anni di vita.

Libri che divertono, che crescono, che curano: i servizi sanitari promuovono la lettura in famiglia

Un progetto a partire dal dell’Associazione Culturale Pediatri finanziato dal Cepell sul Bando Leggimi 0-6 2019 in partenariato con il Centro per la Salute del Bambino, l’ASST Fatebenefratelli Sacco, l’ASST Lecco – Dipartimento materno/infantile e Terapia Intensiva Neonatale (TIN), l’ATS Brianza, la Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani, l’UOC Oncoematologia Pediatrica P.O. Vito Fazzi ASL Lecce, il Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi-Melacrino-Morelli” – TIN di Reggio Calabria, l’Azienda Sanitaria Napoli 3 Sud, l’AOU Ospedale Civile Maggiore Borgo Trento di Verona, la Provincia Romana O. CC. RR. Min. Inf., la TIN della Città della Salute e della Scienza dell’Università di Torino.
La proposta progettuale intende sviluppare l’estensione, la qualità e l’efficacia delle attività svolte per la promozione della lettura presso i servizi sanitari pre, peri e post natali, sia ospedalieri che territoriali, per tutti i bambini e con una particolare attenzione per tre gruppi di bambini in condizioni di vulnerabilità e con bisogni speciali: prematuri, oncologici, affetti da problemi di neurosviluppo.
Questa finalità verrà perseguita attraverso: a) lo sviluppo e l’applicazione in un territorio definito di un modello e delle linee guida operative per la promozione della lettura 0-6 in modo integrato tra servizi sanitari, educativi, culturali e sociali; b) lo sviluppo di protocolli tecnici specifici per la promozione della lettura in tre tipologie di bambini: nati prematuri al di sotto delle 37 settimane di età gestazionale; pazienti oncologici da 0 a 6 anni; bambini affetti da patologie del neurosviluppo; c) moduli e materiali formativi per gli operatori sanitari dei diversi servizi; d) materiali di comunicazione per genitori e indicazioni per operatori dei servizi educativi (nidi e scuole per l’infanzia).