Facciamo (P)rima

Dire, ascoltare, fare rime fin dalla nascita.

Piero Guglielmino

“FACCIAMO (P)RIMA” è un laboratorio di ricerca, pratica e scoperta dell’importanza delle rime per i bambini e le bambine nei loro primi 6 anni. Si basa sulla bibliografia curata da Piero Guglielmino per il progetto “RIME BAMBINE” e su un approccio attivo alla lettura di filastrocche fin dalla nascita. La scoperta del linguaggio nei primi 6 anni si fonda sull’ascolto della parola come oggetto sonoro, musica e ritmo, vero e proprio giocattolo linguistico. Leggere e fare rime fin da subito significa giocare con l’alfabeto, cantare le parole, rimare a “ritmo di bambino”, toccare la parola, assaggiarla, gustarla e giocare a smontarla come fosse un balocco. Durante il laboratorio si farà proprio questo, si giocherà con le parole per ritrovare in sé stessi quel ritmo bambino che scandisce la vita dei bambini appena nati e li accompagna nel fantastico viaggio alla scoperta del linguaggio. Grazie alla ricca bibliografia di RIME BAMBINE il laboratorio sarà un’occasione pratica per provare le tante strategie di lettura della migliore produzione contemporanea in rima, dall’asilo fino ai primi anni della scuola primaria. Letture ad alta voce, giochi di simulazione, condivisione e anche scrittura per invitare ognuno a trovare la propria voce tra una strofa e l’altra, abbandonando la propria “comfort zone” per scoprire che siamo fatti di poesia e che la poesia, soprattutto in rima, è un abito molto adatto ai bambini, soprattutto per quelli che l’hanno abitata sin da piccoli.

CON CHI

Piero Guglielmino. Esperto di letteratura giovanile. Dal 2017 cura il blog “Babbo raccontami” e dal settembre 2019 conduce “Dorothy e Alice”, la storica trasmissione di Radio Capodistria, condotta per 22 anni da Livio Sossi. Organizza seminari per adulti, letture ad alta voce, laboratori poetici con bambini e ragazzi, presentazioni editoriali e consulenze per scuole e biblioteche. Collabora come socio ordinario del Centro Internazionale di Studi e Documentazione per la Cultura Giovanile (iSDC) di Trieste per quanto riguarda il settore della letteratura giovanile e dell’educazione alla lettura.