Andiamo DIRITTI alle STORIE!

Le storie sono un mezzo di relazione e una fonte inesauribile di stimoli, un'occasione di sviluppo. Per questo secondo Nati per Leggere, le storie sono un diritto, da tutelare e garantire. Ogni anno, in concomitanza con la Giornata Internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, 20 novembre, Nati per Leggere organizza la Settimana Nazionale e la dedica al diritto alle storie.
A livello regionale e locale ogni presidio Nati per Leggere organizza momenti di letture e condivisione con i bambini e le famiglie, affinché questo diritto sia garantito in primo luogo tra le mura domestiche, a scuola, in biblioteca, dal pediatra.

#abassavoce

Mamma legge ai bambini

Il 5 marzo ricorre la Giornata mondiale della lettura a voce alta e, da due anni, Nati per Leggere la celebra “al contrario”, promuovendo una lettura a bassa voce, intima, ricca di sfumature emotive che nutrono il cervello e il cuore del bambino. Per Nati per Leggere ciò che conta è la relazione privilegiata che si stabilisce tra piccoli e grandi quando si legge insieme, vicini vicini, soprattutto in famiglia. Leggere è un modo per stare insieme e nella condivisione di una storia #abassavoce la relazione si costruisce e si consolida.

Guarda le foto sulla Pagina Facebook di Nati per Leggere!

Qui abita una famiglia nataperleggere

Per la Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza 2014 Nati per Leggere ha invitato le famiglie a sostenere il DIRITTO alle STORIE delle bambine e dei bambini apponendo sulla porta della propria abitazione o sotto il campanello la targhetta “Qui abita una famiglia nataperleggere” e a postarne la foto sulla Pagina Facebook Nazionale del Programma.

Incontra le famiglie naterperleggere sulla Pagina Facebook Nati per Leggere!

Le buone pratiche musicali aiutano i bambini a crescere

Manifesto Nati per la Musica

In occasione della Giornata Europea della Musica 2014, che si celebra ogni anno il 21 giugno, Nati per la Musica ha lanciato lancia il suo manifesto “Le buone pratiche musicali aiutano i bambini a crescere". Il Manifesto NpM è un forte richiamo affinché chi si occupa della cura e dell'educazione del bambino – insegnanti, operatori sanitari, amministratori e responsabili di programmi educativi ministeriali e attività extrascolastiche - promuova l’uso di buone e precoci pratiche musicali, sia in famiglia che a scuola per un ottimale sviluppo complessivo del bambino. Tra i primi firmatari Elisa, Paolo Fresu, Antonio Pappano direttore dell’Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia, la neuroscienziata americana Nina Kraus e le principali associazioni professionali di pediatri, neuropsichiatri infantili e dell’area musicale.

Leggi il Manifesto sulla Pagina Facebook Nati per la Musica!